Impianto industriale: come mantenerlo al top con il CMMS di Agomir

Mantenere al massimo dell’efficienza e della condizione un impianto industriale è la principale prerogativa di chi ha la responsabilità di gestire gli asset produttivi aziendali. La corretta manutenzione diventa ancora più importante nelle piccole-medie imprese che decidono di “abbracciare” le tecnologie 4.0 per digitalizzare le loro attività.

Con queste tecnologie, infatti, è possibile monitorare con estrema rapidità e precisione i parametri di funzionamento dei macchinari, riducendo al minimo gli inconvenienti che spesso avvengono nelle aziende che non hanno ancora compiuto il balzo nella sfera digitale: un classico esempio è il guasto imprevisto e improvviso di un impianto industriale, guasto che si sarebbe potuto prevedere ed evitare grazie a un sistema IoT (Internet of Things).

Ecco allora che una piattaforma software evoluta, modulare e integrata come InteGRa.Asset può risolvere parecchi problemi e facilitare notevolmente il lavoro quotidiano di tecnici e operatori della manutenzione, sia interni sia esterni all’azienda.

 

Come ottenere il massimo dall’impianto industriale

InteGRa.Asset è la soluzione web di Agomir sviluppata per mantenere al top ogni impianto industriale che entra nel perimetro di controllo del software.

Vediamo meglio tre modi per ottenere il massimo da un impianto grazie al software:

 

1. Monitorare gli indicatori di prestazione

La soluzione InteGRa.Asset mette a disposizione le funzionalità classiche di un CMMS (Computerized Maintenance Management System), anche al fine di monitorare le prestazioni degli impianti e degli operatori mediante appositi KPI - Key Performance Indicator, mostrando con semplicità i dati raccolti attraverso specifici cruscotti visivi (dashboard) e permettendo agli operatori della manutenzione di possedere tutte le informazioni sull’andamento attuale, storico e tendenziale di ciascun impianto industriale. Con la soluzione web di Agomir gli interventi di manutenzione diventeranno più efficaci e tempestivi, perché dal monitoraggio degli indicatori-chiave i tecnici sapranno se l’impianto industriale sta funzionando secondo le aspettative, se un dato componente è vicino al punto di eccessiva usura, se stanno aumentando le probabilità di un guasto, e così via.

 

2. Definire strategie di manutenzione predittiva dell’impianto industriale

InteGRa.Asset non si limita alla gestione dei processi manutentivi e al monitoraggio dei dati, ma punta anche ad entrare al 100% nella sfera digitale “Industria 4.0”, implementando gli strumenti di Manutenzione Predittiva. Quest’ultima è la forma più avanzata, sotto il profilo tecnologico, della manutenzione programmata di un impianto industriale. Si basa, infatti, sull’uso di reti di sensori IoT che trasmettono a ciclo continuo i dati di funzionamento degli impianti, segnalando automaticamente ogni variazione o anomalia rispetto ai parametri standard. L’automazione dei processi di verifica sui macchinari è un altro punto di forza per la piattaforma software di Agomir, poiché consente di ricevere, analizzare, rielaborare la mole di dati proveniente dagli asset produttivi. Grazie al “lavoro” della rete IoT, il responsabile della manutenzione sarà in grado di prevedere se e quando un determinato macchinario potrebbe guastarsi, pianificando secondo l’effettivo bisogno le riparazioni e sostituzioni di componenti. Questo permetterà di diminuire sensibilmente i tempi e costi degli interventi.

 

3. Gestire i documenti in modo integrato

Il terzo modo per mantenere al top della condizione un impianto industriale è sfruttare le potenzialità dell’archivio digitale, tramite il modulo di gestione documentale integrata. Si tratta, innanzitutto, di eliminare la carta passando ai documenti in formato elettronico per poi indicizzare, archiviare e aggiornare costantemente tali documenti. Così il responsabile della manutenzione potrà associare a ogni impianto industriale i relativi file: schede, manuali, certificati, rapportini di intervento, foto, video, fatture e così via, creando un unico centro di controllo che renderà molto più semplice e veloce la ricerca delle informazioni con cui definire le strategie operative di manutenzione.

Manutentore 4.0 - nuovi strumenti per un nuovo ruolo