Come dare più valore ai servizi di manutenzione con InteGRa.Asset

Le società che si occupano di manutenzione agli impianti industriali sono sempre alla ricerca di nuove soluzioni per dare più valore a questi servizi: incremento di efficienza, riduzione dei costi, maggiore tempestività degli interventi, eccetera.

Così le tecnologie digitali si stanno ritagliando un posto di rilievo nei servizi di manutenzione offerti alle aziende. In particolare, i più recenti software per la gestione degli asset consentono di migliorare notevolmente la qualità delle prestazioni fornite dalle società specializzate in servizi di manutenzione, grazie a numerosi strumenti per la raccolta, elaborazione e analisi dei dati.

Il software InteGRa.Asset sviluppato da Agomir è utilizzato con successo da diverse realtà, tra cui una multinazionale con circa 8.000 impianti operativi in tre stabilimenti: in questa case-history abbiamo spiegato come e perché l’azienda ha affidato le strategie di manutenzione ad una società esterna, la quale sfrutta le potenzialità di InteGRa.Asset per ottimizzare i processi manutentivi.

 

Innovare i servizi di manutenzione in tre mosse

Ci sono tanti modi per dare più valore ai servizi di manutenzione con InteGRa.Asset. Ecco di seguito le tre mosse più importanti in questa “partita”.

  • La prima indispensabile mossa da compiere è codificare tutti gli impianti produttivi aziendali. La codifica può essere fatta, ad esempio, tramite etichette/tag RFID che abilitano la comunicazione in radiofrequenza tra impianti e dispositivi mobili (palmari, smartphone) impiegati dai responsabili per i servizi di manutenzione.
  • La seconda mossa coinvolge in profondità l’organizzazione del lavoro aziendale, perché punta a raccogliere strutturare un unico flusso ordinato di lavoro (workflow). Si parla anche di “gestione documentale integrata” con riferimento ai diversi documenti che attestano lo stato di funzionamento degli impianti: note, rapporti, tabelle, foto e video, fatture. Ogni documento deve confluire in una piattaforma software, come quella sviluppata da Agomir, dove tutte le informazioni che riguardano i singoli impianti sono sempre fruibili in tempo reale, anche da remoto.
  • Una volta raccolti e archiviati i dati – con la possibilità di condividerli tra soggetti diversi in base alle funzioni e competenze aziendali – entra in gioco la terza mossa per dare più valore ai servizi di manutenzione: analizzare i dati per elaborare strategie di intervento.

Codificare, raccogliere, analizzare: possiamo riassumere così le funzioni principali dei moderni servizi di manutenzione per gli impianti industriali.

 

I punti di forza di InteGRa.Asset

Possiamo affermare che l’analisi dei dati è il cuore dei servizi di manutenzione più innovativi, efficaci e affidabili, basati sulla codifica degli impianti attraverso sistemi IoT (Internet of Things), cioè protocolli di comunicazione applicati agli oggetti fisici (gli impianti industriali nel nostro caso).

InteGRa.Asset può elaborare in modo automatico enormi quantità di dati trasmessi dagli impianti aziendali, fornendo indicazioni molto utili per ottimizzare i servizi di manutenzione, riducendo tempi e costi degli interventi.

Si parla di valore aggiunto dei dati perché la loro analisi/elaborazione permette di:

  • generare ticket di segnalazione guasti;
  • mappare tutte le operazioni eseguite sui singoli impianti;
  • semplificare e velocizzare la fatturazione delle attività escluse dai contratti “base” (interventi fuori orario, pezzi di ricambio speciali, ecc.);
  • monitorare i servizi di manutenzione secondo molteplici indicatori, come le ore di manodopera, la frequenza delle manutenzioni, la quantità di personale impiegato sul campo per le riparazioni/sostituzioni di componenti;
  • monitorare le condizioni di funzionamento e la loro devianza dai parametri standard;
  • definire strategie di manutenzione predittiva per evitare guasti improvvisi e blocchi prolungati dei macchinari.

L’analisi dei dati è la “chiave” che permette di sbloccare servizi a valore aggiunto nelle attività di manutenzione, come la segnalazione di guasti/usure in tempo reale grazie al monitoraggio continuo degli asset e l’elaborazione di strategie predittive.

Manutentore 4.0 - nuovi strumenti per un nuovo ruolo